Gli investimenti nel settore immobiliare sono a rischio?

Investire in immobili ai tempi del COVID-19

Le conseguenze economiche e sociali della pandemia COVID-19 pesano sul mercato immobiliare, che ne risentirà forse a lungo… come del resto gli altri settori economici del nostro Paese.

A questo punto la domanda sorge spontanea:

Conviene ancora investire negli immobili?

L’incertezza sull’evolversi della situazione a livello globale rende davvero difficile, rispetto a qualche mese fa, dare una risposta attendibile… senza contare che, molto probabilmente, le previsioni di qualche mese fa sarebbero state comunque stravolte dall’Evento Covid19!

Anche per gli esperti del settore, l’unica ipotesi veramente attendibile che si possa fare è anche quella più ovvia: per quest’anno diminuiranno sicuramente le compravendite di immobili.
Già nei primi mesi del 2020, complice il lock-down e le conseguenti difficoltà dell’economica, il bilancio del mercato immobiliare ha infatti accusato un forte colpo.

Mercato immobiliare in discesa? Non necessariamente…

Tuttavia, come abbiamo già visto per i mercati finanziari, anche nel settore immobiliare è possibile superare con successo la tempesta: in questo articolo scopriamo infatti come affrontare i rischi dell’investimento immobiliare e come un consulente finanziario esperto nel settore può aiutarci nella sua corretta gestione.

Nel nostro Paese abbiamo una particolare considerazione per la casa, soprattutto per motivi culturali: oltre il 75% delle famiglie italiane possiede una casa di proprietà, percentuale tra le più alte al mondo.

Possedere un’abitazione propria è un elemento di sicurezza e stabilità, con ripercussioni positive per il tessuto sociale e l’economia del paese. Ma spesso la passione italiana per l’investimento immobiliare non si ferma alla prima casa!

Il mattone è infatti largamente considerato un investimento sicuro, un bene su cui investendo la maggior parte dei propri risparmi non si hanno troppe preoccupazioni o rischi: tante persone possiedono infatti più case, acquistate o ereditate, che in molti casi vanno a formare un ampio patrimonio immobiliare.

Ma siamo sicuri che concentrare il proprio risparmio sugli immobili sia vantaggioso?

Regola d’oro degli investimenti: concentrare i risparmi su un singolo asset non è mai consigliabile.

In ogni tipo di investimento vi è una componente più o meno alta di rischio: diversificare è fondamentale.

Nonostante la comune percezione di sicurezza e solidità del mattone, l’investimento immobiliare è un asset finanziario come gli altri: ha infatti una componente di rischio.

Tra le case di proprietà degli italiani troviamo molti immobili inutilizzati, che quindi non generano entrate: anche venderli a volte può rivelarsi difficile, considerata l’ampia offerta sul mercato immobiliare e la minore capacità di acquisto delle nuove generazioni.
Quando si fa un investimento immobiliare è inoltre importante considerare il fattore fiscale: l’Imu è stata abolita sulla maggior parte delle prime case, ma lo stesso non si può dire delle seconde… senza contare poi le tasse locali.

Nell’epoca del Coronavirus, un risparmio accentrato in immobili potrebbe aver già causato più problemi che vantaggi: chi possiede più immobili avrà infatti notato come in questo periodo di crisi economica le entrate abbiano subito un rallentamento… ma le tasse son sempre costanti e consistenti!

A prescindere dalle nostre capacità e conoscenze del mercato, concentrare le proprie risorse su un numero limitato di asset, qualunque essi siano, comporta sempre un rischio: la diversificazione costituisce le fondamenta per costruire un portafoglio sicuro e solido.

Attenzione però: mentre è vero che ogni tipo di investimento sia soggetto a un fattore di rischio, anche i soldi fermi sul conto non sono certo al sicuro, anzi!

Il risparmio non investito è sempre soggetto all’inflazione, che andrà inesorabilmente a eroderne il valore nel tempo… e questa è una certezza inconfutabile.

Il rischio nell’investimento invece è solo un’eventualità.

Una buona strategia di diversificazione e analisi dei mercati, preferibilmente sotto la guida di un consulente esperto, permetteranno di gestire nel modo giusto il portafoglio e il fattore di rischio, sfruttando appieno il potenziale degli investimenti immobiliari e premiando l’investitore nel lungo termine.

L’investimento nell’immobile può ancora dare soddisfazioni nel lungo termine.

Oggi gli investimenti nel settore immobiliare comportano forse un fattore di rischio maggiore rispetto a un tempo: tuttavia, se gestiti con il giusto approccio e un’attenta strategia, possono fare la loro parte nella costruzione di un portafoglio solido e sicuro.

Complice la nostra “italianità”, un immobile diventa sempre più di una costruzione, ma una “casa”, nel significato anche simbolico di sicurezza e comfort: questo significa che investire nel settore immobiliare comporta spesso un certo grado di emotività.
Tuttavia, nel mondo degli investimenti è molto importante non farci trascinare dalle emozioni, ma comportarci in modo strategico.

La guida di un consulente esperto aiuterà sempre l’investitore a non perdere il focus: anche per questo motivo, può davvero fare la differenza tra investimenti di successo e operazioni in perdita.

Investite in immobili o magari vi piacerebbe iniziare?

Nel prossimo articolo di Insight troverete i miei 5 consigli per investire con successo nell’Immobiliare… validi anche ai tempi del Coronavirus!

2 Trackbacks:

[…] Concludo con una breve riflessione in merito all’investimento in immobili ai tempi del Coronavirus: nel 2020 il settore dell’immobiliare ha subito un forte colpo, come abbiamo visto nell’articolo della scorsa settimana sul rischio degli investimenti immobiliari ai tempi del Coronavirus. […]

[…] Molti quesiti pervenuti dimostrano, comprensibilmente, una certa incertezza riguardo i futuri sviluppi del mercato immobiliare, durante e dopo il COVID19: si tratta di un argomento decisamente attuale, che abbiamo introdotto poco tempo fa nell’articolo Gli investimenti nel settore immobiliare sono a rischio? […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *